Gli italiani conoscono il proprio sistema sanitario ed il livello di copertura assicurativa  in caso di problemi di salute in Italia, tuttavia in altri Paesi dove si possono trovare a viaggiare la situazione può essere molto diversa. Un imprevisto o un piccolo problema medico durante una vacanza all’estero possono avere costi davvero proibitivi, soprattutto per destinazioni come Stati Uniti e Canada, ma anche in Paesi dell’area mediterranea, come Spagna e Grecia, dove il turista potrebbe trovarsi di fronte a “sgradite sorprese”.

Secondo i dati rilevati da Allianz Global Assistance nei primi 7 mesi del 2013 il 58% delle richieste effettuate dai viaggiatori all’estero è legata a malanni di lieve entità, contratti in vacanza,come sintomi influenzalidissenteria, disidratazione, intossicazione alimentare, coliche, allergie, eritemi e abbassamento della pressione.
Nel periodo estivo inoltre sono frequenti allergie da tatuaggio all’henné, inconvenienti come smarrimenti o ritardi di consegna di valigie con medicinali per chi soffre di patologie croniche, reazioni allergiche a creme solari o mal di mare.
Le principali cause di infortunio in vacanza, che corrispondono al 23% delle richieste di assistenza, sono da imputarsi a semplici cadute con conseguenti distorsioni, fratture, contusioni, tagli ed escoriazioni. Nel periodo estivo sono molto frequenti i tagli da corallo, lecadute dagli scogli, le punture di pesci o ricci di mare e murene, gli incidenti in motorino, i morsi di scimmia e di iguana e le punture di insetti.

Qualche semplice esempio di costi per le cure mediche all’estero può aiutare a comprendere quanto sia importante stipulare una polizza di viaggio adeguata nell’eventualità di dover affrontare costi sanitari molto elevati se ci si ammala o si incorre in un infortunio all’estero.

– Una spalla slogata in Spagna: 3.223 Euro
– Una gamba fratturata ad Antalya, Turchia: 16.900 Euro
– Una gastroenterite a Santo Domingo: 3.010 Euro
– Una gastroenterite in Spagna: 8.000 Euro
– Una visita al Pronto Soccorso a Miami, USA: 53.000 Euro
– Unabrutta bronchite a Montreal: 25.000 Euro
– Un taglio o una ferita nel ginocchio in Grecia: 3.500 Euro

Ci sono, infatti, destinazioni per le quali è vivamente consigliato acquistare un’assicurazione viaggio perché i costi sanitari sono estremamente elevati, come negli Stati Uniti e in Canada. Basti pensare che nei primi 7 mesi del 2013, la maggior parte delle richieste per malattie o infortuni di lieve entità pervenute ad Allianz Global Assistance è arrivata proprio dagli Sati Uniti, dove una visita al Pronto Soccorso (a Miami) può costare fino a 53.000 euro. Vi sono anche altre destinazioni in cui la polizza è assolutamente raccomandata a causa degli alti costi sanitari locali come la Spagna, la Cina e l’area Caraibica.